free html5 templates
Mobirise

 Libro domestico

“Che l’intero senso/era nella casa, alla partenza/salutata brevemente”. Con tranquillità si potrebbe affermare che in questi tre versi c’è già l’intero senso del “Libro domestico” che Rossella Tempesta ha trafilato in un registro che nulla cede alla retorica, che persuade sempre, che ti fa entrare e ti coinvolge con le sue verità, per struggimenti improvvisi, per continui disvelamenti nei reticoli affettivi di cui si nutre appunto la casa. Un universo di persone e di cose insieme semplice e gremito. “Questa è casa, questa cesta per gatti e bambini/questa cassa armonica per voci infantili e controcanti discordi./Lo sento, è casa”. Impariamo anche noi a sentire nel libro, che procede compatto e unitario nel suo tema, nel suo timbro, ciò che il poeta fortemente tenacemente sente, sentiamo nostra questa sua casa che si fa poesia e che in quanto poesia è preservata finalmente da ogni maceria, da ogni possibile sparizione: “Nelle nostre case passeranno i tempi/e volti di uomini e animali//non passeremo noi/ombra di frescura sulla calce bianca /occhi che ci accarezzeranno – i miei, i tuoi –/dalle fotografie di altri, da qualcosa/minima improvvisa/che ci ricorderà di me, di te”. Ed ecco allora il tono liturgico del libro, vibrante per una sorta di sorgiva energia, per una sostenutezza di canto che si dispiega ininterrottamente senza cadute. Di verso in verso. Di poesia in poesia. 

L'autore

Biografia dell'autore
e altre opere pubblicate.

Recensioni

Alcune delle recensioni critiche  che sono state scritte a proposito del libro su giornali, riviste specializzate, siti.

Acquista

Potrai acquistre i nostri libri su IBS.it